Caricamento Eventi

« Tutti gli eventi

  • Questo evento è passato.

28 Giugno 2018 – Pesaro

28 giugno @ 20:30 - 23:30

Pesaro si incontra. Per un Ministero della Pace come scelta di Governo.

 

„È necessario un passo nuovo e diverso nel nostro Paese ed in Europa. Occorre promuovere la pace, che non è solo assenza di guerra. Dobbiamo iniziare a riporre al centro del dibattito istituzionale l’esigenza della Pace come Bene supremo e non c’è alternativa“

 

Così, il 28 giugno 2018 l’Assessore al Dialogo Luca Bartolucci si è rivolto alla platea dei cittadini raccolti presso la Biblioteca Braille di Baia Flamina a Pesaro, introducendo alla convivialità della riunione in una sala gremita, la presentazione della Campagna “Ministero della Pace, una scelta di Governo“, alla presenza di Luciano Capitini, che ha ringraziato sentitamente  per l’incessante impegno e per la costruzione della coscienza pesarese verso la cultura di pace.

 

L’evento ha visto assieme all’ass. Comunità Papa Giovanni XXIII, la libera associazione di “Cittadini in Dialogo”, la rete informale di Pesaro Contro la Guerra-Azione Nonviolenta, Emergency Fano e Stay Human Onlus e tanti cittadini portatori di esperienze di Pace.

 

Nicola Lapenta, coordinatore nazionale della Campagna, ha auspicato, ritienendola oggi più che mai necessaria, la creazione di un nuovo dicastero che con una nuova prospettiva veda le Istituzioni assumersi la promozione di politiche di Pace e Disarmo, attraverso la qualifica delle politiche di istruzione, la mediazione sociale, la giustizia riparativa e la prevenzione della violenza.

 

Tante le esperienze pesaresi di costruzione di pace.

 

Caterina Profili ha ricordato i principi dell’azione nonviolenta nell’esperienza e nel pensiero di Aldo capitini, filosofo, politico, antifascista, educatore tra i primi in Italia a cogliere e a teorizzare il pensiero nonviolento, fonte di ispirazione per le numerose azioni di pace attiva della Rete Pesaro contro la guerra.

 

Giampietro Scavolini ha portato la testimonianza del gruppo Cittadini in Dialogo: amici appartenenti a diversi schieramenti poltici, da destra e sinistra, che hanno scoperto nelle loro vite  che il desiderio di aprirsi agli altri senza pregiudizi e la medesima sensibilità al Bene Comune,  sono bene supremo prima di ogni appartenenza politica. Parole chiave sono state l’ascolto della diversità fonte di arricchimento, strumento potente di pace e di fraternità  senza le quali è impossibile una società pacifica, solida e giusta.

 

Elisa di Blasi, già volontaria in Servizio Civile come Casco Bianco, ha raccontato la sua piena immersione nel conflitto per trasformarlo in forza motrice da cui può nascere energia nuova. Il suo impegno attuale è con i giovani in servizio civile e con i più piccoli nelle scuole, per aiutarli a vedere nel conflitto una rinascita, per la costruzione di un substrato culturale nuovo, dove l’altro, il diverso, non sono più una minaccia ma piuttosto fonte inesauribile di arricchimento, dove la Patria va difesa in ogni uomo.

 

Intense le testimonianze di Alievky Musli e Elena Damiani che rispettivamente hanno sottolineato la Pace come precondizione per la tutela dei diritti fondamentali di profughi e vittime delle guerre e la necessità fondamentale, per l’attuale momento drammatico, che i cambiamenti arrivino principalmente dalle Istituzioni: dal Governo, dai nostri Comuni, dagli assessorati alla pace.

 

In chiusura dell’evento, particolarmente toccante, tra i diversi interventi nel dibattito, la testimonianza di Mustafà, un ragazzo detenuto che sta scontando la pena attraverso il programma CEC (Comunità Educante Carcerati), un programma detentivo in misura alternativa al carcere. Mustafà ha raccontato l’esperienza di giustizia riparativa che sta ricostruendo le sue ferite, in una delle innovative Strutture  dell’ass. Comunità Papa Giovanni XXIII.

 

L’evento si è concluso con la evidente manifestazione che le istanze di cui le Istituzioni con la nomina del Ministro della Pace devono farsi promotrici sono già in atto fattivamente e che le forze migliori del Paese, quelle degli operatori di pace, attendono da tempo una casa istituzionale.

 

SCARICA IL VOLANTINO

 

Guarda la registrazione dell’incontro pubblico e le interviste:

 

Dettagli

Data:
28 giugno
Ora:
20:30 - 23:30
Categoria Evento:

Luogo

Biblioteca Comunale
Piazzale Europa, 16
Pesaro, Italia
+ Google Maps
Sito web:
www.ministerodellapace.org

Dettagli

Data:
28 giugno
Ora:
20:30 - 23:30
Categoria Evento:

Luogo

Biblioteca Comunale
Piazzale Europa, 16
Pesaro, Italia
+ Google Maps
Sito web:
www.ministerodellapace.org